Il giro di S. Bartolomeo

 
Itinerari consigliati
Cicloturismo – mountain -bike
Località
Arceto
Area Turistica
Città d’arte
Km. 10,3
 
 

Itinerario in dettaglio:

L’itinerario ha inizia al castello di Arceto prendendo la strada per Casalgrande, passando davanti alla Chiesa parrocchiale di Arceto, superato il ponte sul torrente Tresinaro, si gira a sinistra per S. Donnino. Continuare verso sinistra per uno stradello asfaltato, tra campi, case rurali. Al bivio successivo possibile deviazione dall’itinerario principale per vedere S. Donnino, con il parco e la villa del Conte Spalletti. Il nostro percorso invece gira a destra (subito dopo il bivio cappella esagonale). Dopo 2,8 km dalla partenza, girare a destra per Via S. Vincenzo, stradella di campagna poco frequentata. Un km dopo (3,8 km dalla partenza), quando l’itinerario si riavvicina ad Arceto, girare a sinistra per via Martiri, per un tratto si stradella bianca. Si sbuca sulla strada principale: si prenda a sinistra, e dopo 300 metri si imbocchi a destra uno stradello bianco (Via Querciola) in mezzo ai vigneti. A un incrocio a T girare a sinistra e proseguire dritti lungo lo stradello bianco fino al punto in cui ci si reimmette sulla strada asfaltata (km 6,1): si gira a destra e dopo 200 metri di nuovo a destra per Via Querciola (è lo stesso toponimo della strada precedente, ma non è la stessa). E’ un altro tratto di strada non asfaltata, tra vigne, campi coltivati e case sparse. In corrispondenza di un gruppo di case si ritorna sulla strada asfaltata (km 7,7). Girare a destra, costeggiando il Rio Riazzone; poco più avanti l’oratorio di S. Bartolomeo. Dopo il borgo di Casellette si arriva alla strada principale che collega Arceto a Casalgrande. Girando a sinistra, in breve si ripassa sul ponte Tresinaro e si conclude l’anello davanti al Castello (km 10,3).