Emergenza-urgenza, dall’Unione Tresinaro Secchia un aiuto alla Cri

Grazie all’Unione Tresinaro Secchia, la Croce rossa potrà disporre di una ulteriore, preziosa attrezzatura sull’automedica quotidianamente utilizzata per le attività di emergenza/urgenza sul tutto il territorio del distretto socio-sanitario di Scandiano, che comprende anche i comuni di Baiso, Casalgrande, Castellarano, Rubiera e Viano.

Nei giorni scorsi il direttore operativo Federica Manenti ha infatti comunicato alla presidente del Comitato di Scandiano della Croce rossa italiana, Monica Valgiusti, la concessione di un contributo di 5.000 euro da parte della Giunta dell’Unione Tresinaro Secchia per l’acquisto di un massaggiatore meccanico toracico da destinare all’automedica.

“Si tratta di un contributo importante dato ad una delle associazioni più attive del nostro territorio per migliorare la dotazione dell’automedica in servizio su tutta l’area del distretto socio-sanitario – spiega il presidente dell’Unione Tresinaro Secchia e sindaco di Scandiano, Matteo Nasciuti – Una scelta maturata nell’ottica di investire nell’assistenza di qualità e all’interno di una visione complessiva della sanità fatta di tempestività, efficacia e flessibilità”.

Il massaggiatore meccanico è uno strumento fondamentale in caso di arresto cardiaco, garantendo una ottimale e prolungata effettuazione delle compressioni toraciche e consentendo in questo modo all’operatore di potersi dedicare ad altre attività rianimatorie.